Messaggio del corona virus al mondo

a cura di M maria Maddalena Armenise autrice – Da un centinaio di anni o poco più andando a vivere nelle città la maggior parte di noi, compresi politici e scienziati e i cosi detti “ illuminati “ ha perso il contatto spirituale e reverenziale con nostra Madre Terra. Cosi facendo ha innescato grazie alla sua smania di potere, consumismo, avarizia un circolo vizioso con lo sfruttamento indiscriminato di risorse e non solo, tutto per soddisfare i piaceri di pochi .. non rendendosi conto fino in fondo dei fili invisibili che la legavano ad essa e di conseguenza dei vari squilibri che stava arrecando all’ecosistema planetario. Da anni gli ambientalisti ed i veri illuminati, cercano di porre all’attenzione pubblica le varie problematiche ambientali e sociali ad esso correlate, ma questo sembra non ci/li riguardi, il tutto e’sempre lontano da noi qualcosa di cui dovremmo relegare la responsabilità ad altri. … e via a comportamenti abusanti, insostenibili, che non considerano il ben-essere di tutti e chi verrà dopo di noi facendo leva sull’ignoranza della gente (intesa come non conoscenza del meccanismo ecologico)che immersa nel tran tran della vita quotidiana, vive nell’illusione di separazione vedendo solo dal suo piccolo pulpito egocentrico, perdendo di vista invece, quella che è la  visione chiara, ecologica olistica che ci collega tutti quanti in un unico organismo. ed e’cosi che nella non conoscenza generale dei principi ecologici e nella conseitudine a criticare, lamentarsi tipica del nostro popolo, non sapendo a chi attribuire “il misfatto del corona virus” ci viene facile pensare che il virus, sia originato da scenari complottistici che non fanno altro che alimentare già la guerra di ideologie in atto il tutto nella paranoia ed agitazione generale e nella paura di perdere gli agi  materialistici fin ora ottenuti , a cui siamo tremendamente attaccati con le nostre abitudini nocive e fittizie a cui non sappiamo neanche per un attimo rinunciare , tutto ciò non ci porta da nessuna parte , anzi …se non saremmo d’accordo nel prendere decisioni universali, lo scenario potrebbe diventare catastrofico nel breve tempo,ecco che bisogna prendere coscienza effettiva che il virus è nato da uno squilibrio dell’ uomo nei confronti dell’ecosistema planetario già compromesso da inquinamenti desertificazioni,scioglimento ghiacciai, derivato dai nostri stili di vita materialistici e consumistici e se fosse il sistema capitalistico( dietro al quale si nascondono una miriade di implicazioni e perchè no anche complotti) il vero virus ? e chissa’quello che invece ci fa cosi paura il cosidetto corona virus non sia altro che un meccanismo di difesa di nostra Madre terra  portandoci un messaggio di guarigione  in una umanità malata ? Dato che da quando ci siamo allontanati spiritualmente e materialmente da madre terra per essere dipendenti dal sistema ordinario ci siamo inoltre incattiviti, innescando comportamenti quasi di cannibalismo generale per la lotta al potere e alle risorse in questo scenario di una competizione continua, che non ci lascia tregua e ci separa l’uno dall’altro, la terra non ne può più e neanche gli spiriti connessi a lei , e’ arrivato dunque il tempo di prendere in considerazione la natura di non sfruttarla a piacimento non inquinata allineandosi tutti a  metodi e stili di vita economici sostenibili, non si può più prescindere da ciò, se si conosce la vera causa ed il messaggio profondo che il virus ci vuole oggi dare oltre a quello di fermarsi per un attimo e ricominciare diversamente …ma fermarsi ne siamo capaci ? con il nostro atteggiamento troppo menefreghista,incosciente ed irresponsabile ? tutti dipendiamo dagli altri in una catena senza limiti ..è ora di prenderci la nostra responsabilità se tutti quanti contemporaneamente nel mondo lasciassimo da parte per un po 15 -20 giorni la nostra vita abituale,con i nostri rispettivi lavori, il mondo economico si fermerebbe un attimo a respirare dando il tempo di ipotizzare strategie ecologiche di sopravvivenza della nostra vita sul pianeta, in questo periodo potremmo apprezzare lo stare vicino ai nostri famigliari , coltivare letture, conoscenze, meditare andare in natura, un tempo per riflettere su tutto quello che stiamo facendo consapevolmente o i consapevolmente a prescindere dai politici o meno Ritorniamo ai vecchi valori …a consumare l’ essenziale a nutrirci di ciò che ci serve veramente lo spreco il di più serve solo per alimentare questo meccanismo corrotto …apprezziamo invece uno stile di vita più sobrio più in armonia con la natura e tra di noi ricicliamo , ripariamo non buttiamo …la terra si spreca e noi con essa …  a cura di MARIA MADDALENA ARMENISE